Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘settlement’

POST UPDATE ON 22/3/2013

Nuovo appuntamento formativo con Roberto Garavaglia:

  • Milano – 14 maggio 2013
    Mobile Wallet & Mobile POS
    (IIR – Istituto Internazionale di Ricerca)

Read Full Post »

Il 10 Giugno 2008, si è tenuto a Milano il Convegno New Payment Channel organizzato da Business International all’indomani della pubblicazione della relazione annuale di Banca d’Italia.

Nella mia duplice funzione di moderatore e relatore, sono onorato di aver contribuito ad alimentare un dibattito, e di essere (credo) riuscito a porre l’attenzione, su alcune delle dinamiche che condizioneranno l’evoluzione dei Servizi di Pagamento nei prossimi anni.

Se da un lato, la crescente domanda di valore nuovo obbliga  (o perlomeno suggerisce …) un cambio di paradigma per i fornitori “istituzionali” (ovvero i gatekeepers), dall’altro, un piano regolatorio particolarmente coraggioso, detta le norme per un’attesa apertura verso newcomers che qualificheranno l’arena competitiva.

<< The whether conditions are improving >> per citare Giorgio Ferrero che, nel suo intervento, a mio avviso ha riassunto in una sintesi perfetta, questa fase che io chiamo di “stasi dinamica” (e l’ossimoro qui si eleva, dall’accezione purista di figura retorica del linguaggio, ad un significato che traduce comunicazione).

L’ho già detto in tempi non sospetti, e lo riaffermo ora, consapevole di andare contro un sentiment comune (che proprio oggi, 11 Giugno 2008, ha pervaso significativamente l’opinione pubblica): le iniziative comunitarie (e non mi riferisco solo alla PSD …ma penso ad esempio a quei segnali d’incontro tra EPC e GSMA, sul piano delle strategie comuni e cross-industry), vanno colte recependo al meglio (ossia in modo profittevole) quella European awareness destinata a condizionare sempre più le nostre scelte e le nostre proposizioni, di noi azienda, di noi consumatore, di noi mercato: la prospettiva Europea, ha una profondità temporale che ci rende molto più “prossimi” di quanto si pensi …

Partecipate CloseToPay, se volete, delle vostre impressioni al riguardo.

Bookmark and Share

Read Full Post »

Proseguo nell’intento di fare un po’ di chiarezza sui termini Acquirer e Issuer, e sui processi che ad essi si riferiscono.

In questo secondo articolo mi soffermo sul ruolo dell’Issuer coinvolto nelle fasi di Clearing & Settlement di una transazione di pagamento effettuata con Carta, ricordando che:

  • a questo post potete trovare la spiegazione attinente l’Acquirer,
  • a questo post potete trovare una panoramica sugli aspetti più tecnologici.
  • in un post successivo, completerò la descrizione dell’Issuer per quanto attiene i processi di emissione e le problematiche di Card management.

ISSUER (definizione di Servizio)

Soggetto che emette Carte di pagamento appartenenti a circuiti di Credito e Debito nazionali/internazionali.
E’ il soggetto che concede l’autorizzazione al pagamento.
L’Issuer Addebita il Conto Corrente del Card Holder (titolare della Carta di Credito/Debito) in forza di un rapporto contrattuale.

 

CLEARING & SETTLEMENT di una transazione di pagamento

Esempio Carta di Credito Internazionale emessa da Issuer Alpha negoziata da Acquirer Bravo

In questo esempio, si ripropone lo schema 4-Sides (a quattro parti), dove l’Acquirer (Bravo) che ha convenzionato il generico esercente Charlie è diverso dall’Issuer (Alpha) che ha emesso la Carta di Credito del Sig. Delta, usata per il pagamento presso il medesimo esercizio Charlie in fase di consolidamento del processo di acquisto.
Per completezza, nella dinamica dei processi di Clearing & Settlement che sintetizzo al seguito, considero l’intera Financial Value Chain associata alla transazione di pagamento.

  1. Acquirer Bravo riceve dal POS (in Italia dal Gestore Terminali) installato presso l’esercente Charlie convenzionato, la richiesta autorizzativa per un pagamento negoziato con Carta di Credito del Sig. Delta emessa dall’Issuer Alpha.
    • La selezione dell’Acquirer Bravo è compito del POS (in Italia tale operazione viene contribuita dal G.T.), che in funzione dei parametri di acquiring, conosce quale è l’Acquirer verso cui instradare la richiesta autorizzativa.
    • La selezione dell’Acquirer Bravo è funzione del/dei profili contrattuali che l’esercente ha stabilito con la Banca Acquirer (a propria volta cliente di Acquirer Bravo).
  2. Acquirer Bravo verifica che la Carta del Sig. Delta appartenente al Circuito Internazionale non sia emessa da se stesso (ovvero caso in cui l’Acquirer coincide con l’Issuer):
    • Carta emessa da Issuer Alpha -> Acquirer non coincide con Issuer.
    • Routing della transazione verso Issuer Alpha per il tramite della Rete Internazionale.
  3. Issuer Alpha riceve richiesta autorizzativa per la Carta del Sig. Delta
    • Verifica le condizioni di autorizzazione (non presenza su Black List, presenza su White List, Plafond, …).
      • Se condizioni per autorizzazione OK -> Issuer Alpha intacca la disponibilità della Carta (decrementa Plafond) per l’importo di acquisto e trasmette esito ad Acquirer Bravo.
      • Se condizioni per autorizzazione KO -> Issuer Alpha nega autorizzazione per Carta del Sig. Delta e trasmette esito ad Acquirer Bravo.
  4. Ad autorizzazione concessa, Acquirer Bravo regola contabilmente con l’esercente Charlie e con il Circuito Internazionale:
    • Acquirer Bravo accredita l’esercente Charlie al netto o al lordo delle commissioni, comunemente chiamate MSC Merchant Service Charge, sulla base di una tempistica definita preventivamente nell’ambito del contratto di convenzionamento.
    • Acquirer Bravo addebita Issuer Alpha (tramite il Circuito Internazionale) al netto della commissione interbancaria multilaterale (o MIF Multilateral Interchange Fee).
  5. Ad autorizzazione concessa, Issuer Alpha regola contabilmente con il Circuito Internazionale e con il CardHolder Sig. Delta
    • Issuer Alpha accredita Acquirer Bravo (tramite il Circuito Internazionale) al netto della MIF.
    • Issuer Alpha addebita il C/C del CardHolder Sig. Delta:
      • in un momento successivo al consolidamento del processo di acquisto (p.e. a fine mese),
      • in funzione del tipo di rimborso previsto nel contratto di emissione tra Issuer Alpha e CardHolder Sig. Delta (saldo, revolving).
  6. Issuer Alpha, produce Estratto Conto per CardHolder Sig. Delta e lo mette a disposizione di quest ultimo (di norma 1 v. al mese):
    • spedendo in cartaceo,
    • o rendendo accessibile in formato elettronico via web.

A onor del vero, è opportuno precisare che, anche per le transazioni di pagamento con Carte di Credito/Debito, Clearing e Settlement sono due processi che si attivano in momenti diversi e con modalità differenti:

  • la dinamica transazionale descritta più sopra, è riferita alla sola fase di Clearing:
    • le transazioni non hanno valenza contabile fino a che, per ciascuna di esse, non viene notificata una conferma contabile;
    • nel contratto di convenzionamento tra Acquirer – (Banca Acquirer) – Esercente, è indicato il tempo massimo che può intercorre tra autorizzazione concessa e conferma contabile notificata, superato il quale l’Acquirer non garantisce più la solvibilità del pagamento (questo aspetto lo vedremo in dettaglio in un prossimo articolo dedicato alle M.O./T.O. Transactions);
    • solo a posteriori della conferma contabile, il settlement delle transazioni può avvenire;
  • il Settlement delle transazioni, viene di norma avviato tramite lo scambio di flussi in modalità batch
    • per l’esercente, il Settlement Date può non essere giornaliero (di norma non lo è mai) ed è definito nell’ambito contrattuale di convenzionamento tra Acquirer – (Banca Acquirer) – Esercente (p.e, una volta alla settimana);
    • per il CardHolder, il settlement Date può essere anche a posteriori dello scadere del periodo di credito concesso dall’Issuer (alcuni Issuer, addebitano il C/C del CardHolder anche due settimane dopo la data dell’estratto conto mensile).

In un altro post, vedremo più da vicino i processi di Clearing & Settlement per transazioni di pagamento con Carte di Credito/Debito.

NOTA
Nell'esempio riportato, Alpha, Bravo, Charlie e Delta, sono nomi
di fantasia attribuiti rispettivamente a: Issuer, Acquirer, Esercente
e CardHolder.

 

ISSUER E BANCA ISSUER

L’Issuer può procedere direttamente all’emissione di una Carta di Credito a favore del CardHolder anche senza il coinvolgimento della banca. Per esempio, le compagnie emittenti Carte di Credito di tipo Travel & Entertainment, individuano nella generica Banca, solo ed unicamente un soggetto tramite il quale regolare contabilmente il rapporto con il proprio CardHolder (RID bancario in alternativa al bollettino postale) .

Per Carte di Credito/Debito Internazionali tipo Visa o Mastercard, l’Issuer opera a ridosso della Banca (altrimenti detta Banca Issuer), ossia emette Carte per conto della Banca presso cui il CardHolder intrattiene un rapporto di C/C.
In questo secondo caso, la Banca Issuer è “cliente” del soggetto Issuer.

Per quanto concerne la Carta di Debito nazionale Italiana (il Bancomat), l’issuer può essere solamente una banca che aderisce alla convenzione COGEBAN.

 

OSSERVAZIONI

Come ho accennato nella Prima Puntata di Acquirer o Issuer ?, in uno schema
4-Sides, il “contributo” della MIF alimenta un onere necessario a compensare (in parte) il credito che l’Issuer concede al titolare della Carta.
l’Issuer infatti, per poter addebitare il Conto Corrente del CardHolder in un momento successivo alla data di accredito sul Conto Corrente dell’esercente operato dall’Acquirer, elargisce un Credito (ovvero una forma di finanziamento) nei confronti del titolare della Carta di Credito stesso.

Escludendo il caso delle Carte di Credito revolving (dove appare più chiaro l’interesse che l’Issuer applica al CardHolder funzione del credito al consumo concesso), ed il caso delle Carte pre-Pagate (di cui tratterò in un altro articolo), il Revenues Model di un generico emettitore di Carte di Credito Internazionali (non di tipo Travel & Entertainment), è principalmente basato su:

  • quota annuale associativa (ossia quanto paga il CardHolder all’anno per la propria Carta di Credito);
  • commissione interbancaria multilaterale (MIF).

Nella prossima puntata, mi soffermerò in particolare sui processi di emissione e le problematiche del Card Management per un generico Issuer.

A presto, sempre su CloseToPay !

Bookmark and Share

Read Full Post »

A beneficio di molti (anche non proprio beginners …), faccio un po’ di chiarezza sui termini Acquirer e Issuer, e sintetizzo (semplificando) i processi che ad essi si riferiscono.

In questo primo articolo mi soffermo sul ruolo dell’Acquirer, rimandando ad altri post la spiegazione attinente l’Issuer.

 ACQUIRER (definizione di Servizio)

Soggetto indipendente che provvede alla gestione delle autorizzazioni con Carte appartenenti a circuiti di Credito o Debito nazionali/internazionali, in virtù di un rapporto (contratto) di convenzionamento in essere con l’esercente.

(altro…)

Read Full Post »

Una ventina di anni fa, quando ho iniziato ad occuparmi di monetica, parlando con amici e parenti, incontravo non poche difficoltà a spiegare che cosa fosse la materia “oscura” che avrebbe poi connotato negli anni a venire, la mia esperienza professionale.

Ricordo che (in tempi più recenti), durante un colloquio di selezione finalizzato alla ricerca di collaboratori per l’azienda in cui lavoravo,  un candidato al quale stavo introducendo la mission della società, mi interruppe volendomi significare la sua grande passione per le monete antiche, assumendo con ciò che sarebbe stato felicissimo di operare in un settore che tanta ammirazione gli suscitava …(il colloquio si risolse molto velocemente).

Monetica, questo termine inspiegabilmente “lontano” da qualsiasi anglismi.
Si, infatti se ci si azzarda a parlare di “monetic” con qualche bancario del Regno Unito, si rischia una bella figuraccia.
Diversa sorte occorrerà se, al contrario, lasciando inalterato il lemma (magari accentando un po’ di più la “o”), vi troverete a interloquire con qualche Madrileno o Barcellonese esperto di “dinero electrónico”.
Se poi con i cugini d’oltre alpe, vi troverete a discutere di “solution de monetique”, statene pur certi vi diranno che la monetica l’hanno inventata loro (… e forse hanno ragione).

Ma che cos’è la Monetica ? Neppure Wikipedia sembra interessarsene (per lo meno alla data di pubblicazione di questo post).

In questo articolo, provo a darne un definizione declinando l’accezione tecnologica, e rimandando ad altre sedi (nuovi post o contatti personali) gli approfondimenti su:

  • Mercato della Monetica (e più in generale dei Sistemi di Pagamento Elettronico)
  • Servizi di Monetica.

DEFINIZIONE TECNOLOGICA
Con Monetica ci si vuole riferire alla gestione del denaro elettronico negoziato tramite l’uso di Carte di Pagamento (Carte di Credito/Debito e derivati), attuata tramite l’adozione di strumenti informatici e telematici.
In un’accezione più generale, possiamo definire la Monetica come una branca dell’informatica bancaria, coinvolta nello studio, definizione e progettazione di Sistemi di Pagamento Elettronico (più semplicemente e-Payment Systems), che adottano l’impiego di una Carta come strumento abilitante un trasferimento elettronico di fondi (EFT – Electronic Funds Transfer).

 

DEFINIZIONE DI FILIERA
Per spiegare al meglio la filiera della Monetica (e degli e-Payment Systems), analizziamone il valore suddividendo in:

  • Componenti Tecnologiche e di Processo
  • Attori

Componenti Tecnologiche

CARD
La Carta nelle sue molteplici evoluzioni: Banda Magnetica, a Microprocessore (o Smart Card), Contatc/Contactless, Virtuale.
Contiene le informazioni e la tecnologia che abilita ed inizia un processo di EFT da un conto debitore (quello del titolare della Carta) ad un conto creditore (quello dell’esercente).

POS
Il Terminale di accettazione, deputato a “leggere” la Carta ed a generare Transazioni di Pagamento finalizzate a consolidare il processo di acquisto.
Il POS può essere sia Fisico (p.e. quello installato presso l’Esercente) o Virtuale (per applicazioni di
e-Commerce B2C o per architetture distribuite)

GESTORE TERMINALI (specifico per l’Italia)
L’ambiente tecnologico che si pone alla base dei processi di G.T. (Gestore Terminali), può essere considerato come un coacervo di tecnologie basato su sistemi fault-tollerant (HW e SW), apparati comunicazionali, apparati di sicurezza, incaricato di gestire le transazioni originate dai Terminali POS gestiti, espletando funzioni di instradamento verso i meccanismi di Clearing & Settlement.
Il ruolo del G.T. è specifico della filiera Italiana degli e-Payments, ossia non esiste in altre nazioni; nella fattispecie, gestisce due tratte usualmente chiamate: Tratta Bancaria, Tratta Interbancaria.

ACQUIRER
L’ambiente tecnologico che si pone alla base dei processi di Acquiring, può essere considerato come un coacervo di sistemi fault-tollerant (HW e SW), apparati comunicazionali, apparati di sicurezza, incaricato di gestire le transazioni inviate dai G.T. espletando funzioni di Clearing & Settlement.
L’Acquirer instrada le richieste autorizzative provenienti dai POS (per il tramite del G.T.) verso l’Issuer (tramite la Rete) che procederà all’autorizzazione del pagamento.

ISSUER
L’ambiente tecnologico che si pone alla base dei processi di Issuing, può essere considerato come un coacervo di sistemi fault-tollerant (HW e SW), apparati comunicazionali, apparati di sicurezza, incaricato di:
Emettere la carta di Credito/Debito
Autorizzare (o negare) le richieste ricevute (tramite la Rete) dagli Acquirers
L’Issuer, insieme all’Acquirer, effettua il Clearing ed il Settlement delle transazioni finanziarie originate da un pagamento con Carta

NETWORK (la Rete)
La Rete è responsabile dell’interconnessione tra Acquirer ed Issuer.
Per evitare di confondere la Rete con le c.d. tratte “Bancarie” ed “Interbancarie” (di pertinenza del G.T.), di norma viene referenziata come Rete dei Circuiti Internazionali (Visa, MasterCard, JCB)
Per l’accesso alla Rete, sono previsti degli Access Point gestiti dal Circuito Internazionale di riferimento.

Attori

CARD MANUFACTURER
Produttori di Chip e Smart Card.

SERVICE DI ISSUING
Gestione quantità di sicurezza e personalizzazione.

POS TERMINAL MANUFACTURER
Costruttori di Terminali POS.

POS TERMINAL SUPPLIER
Rivenditori o Filiali di Casa Madre.

SERVICE DI GESTIONE POS
Fornitura, installazione, manutenzione, Help Desk.

GESTORE TERMINALI
Soggetto in grado di operare un servizio di concentrazione e gestione terminali POS a favore (anche) di terzi.

ACQUIRER
Soggetto indipendente che provvede alla gestione delle autorizzazioni con Carte appartenenti a circuiti di Credito o Debito nazionali/internazionali, in virtù di un rapporto (contratto) di convenzionamento in essere con l’esercente.

ISSUER
Soggetto che emette Carte di pagamento appartenenti a circuiti di Credito e Debito nazionali/internazionali. E’ il soggetto che concede l’autorizzazione al pagamento.

NETWORK PROVIDER
Fornitori di rete per Tratta Bancaria, Tratta Interbancaria, Tratta Internazionale.

Bookmark and Share

Read Full Post »